Evento finale del Progetto “In&Out” a Parigi!

Le Grand Voisin

Evento finale del Progetto “In&Out” a Parigi!


Il gruppo di In&Out ha organizzato l’evento finale del progetto biennale a Parigi, presso lo spazio Le Gran Voisin, uno spazio multiculturale all’interno di quello che fu l’Ospedale Saint-Vincent-de-Paul.

[Dal 2015 al 2017 l’occupazione temporanea di questi locali ha permesso a più di 600 persone in situazione di vulnerabilità, di trovare un alloggio, a 250 fra associazioni, start-up e artigiani di sviluppare le loro attività, e a tantissimi altri di accedere a nuovi spazi per incontri e attività di vario genere. Questa prima stagione  si è conclusa il 22 Dicembre del 2017. Oggi qui il lavoro continua e si è avviata una seconda fase, con l’obiettivo di far convivere diverse funzioni e diversi gruppi sociali, per lottare concretamente contro l’esclusione e per contribuire alla creazione di un nuovo e più vivibile quartiere di domani.]

Qui, giovedì 11 Luglio 2019, il gruppo dei partner del Progetto In&Out si è ritrovato per presentare – all’interno di una conferenza aperta al pubblico, e partecipata anche dai rappresentanti dell’Agenzia Nazionale – i risultati dei nostri due anni di lavoro.

Negli spazi dedicati ad In&Out è stata inoltre allestita un’esposizione fotografica con immagini provenienti da tutte le esperienze di formazione nei diversi paesi: Guadalupa (Francia), Italia, Svezia e Spagna.

La conferenza è stata realizzata con la collaborazione dell’Associazione Elan Interculturel, rappresentata da Cécile Stola, e vi hanno preso parte anche Laurence Petit, dell’Agenzia Nazionale Francese Erasmus+ e Isabelle Galand di Arzazou. 

Interessanti le presentazioni e le proposte di collaborazione, ma non da meno anche il momento del buffet: il catering è stato proposto da “Berber Kitchen” una piccola impresa femminile creata grazie al progetto “Kaleidoscope” per il sostegno all’imprenditoria femminile di Elan Interculturel; cibo bello, buono e solidale! 

   

Nel pomeriggio poi il programma ha visto la riproposizione, per gli ospiti intervenuti, del Laboratorio di Danza, facilitato da Ninna Oom di DUG.

Nella seconda giornata di mobilità si è infine tenuto il coordination-meeting che ha chiuso il progetto, e nel quale tutti i partner hanno  espresso la propria soddisfazione e raccolto i compiti a casa per la fase di redazione del report conclusivo.

 

No Comments

Post A Comment